OTTO

Tra i progetti che abbiamo portato avanti in questi mesi c’è una sorpresa. Qualcosa a cui si stava lavorando da tempo e ad un certo punto ha preso una forma inaspettata e ora ci sta sorprendendo.

OTTO nasce a fine 2019, con un altro nome e con l’idea iniziale di essere un assolo di danza contemporanea in cui trasmettere, attraverso il linguaggio corporeo e la sua espressività, una riflessione sulla condizione femminile. Il lavoro quotidiano per restare in equilibrio tra ruoli imposti, bisogni e desideri. Tra dare all’altro e prendere per sé. Alla ricerca di se stessi e del proprio spazio di libertà.
Le circostanze legate alla pandemia hanno dilungato i tempi e rallentato il processo di lavoro. Questo ha in realtà innescato una trasformazione in cui nuove urgenze si sono fatte sentire.

 

Pensare ad altre donne e alle loro vite durante il processo creativo ha fatto sorgere l’esigenza di incontrare altre donne nella realtà. Non solo per mettersi alla prova nella trasmissione del materiale coreografico già sviluppato, ma per portare la riflessione oltre una singola storia, in altre storie. Cosa accade in questo passaggio e soprattutto che effetti possono avere le parole e le immagini di OTTO su altre donne? Come si traduce tutto questo nella danza?

4674C561-0EF0-4447-86D2-EE517A8A454E
Il titolo è dedicato alla forma che esprime, vissuta nella danza come traiettoria da percorrere più volte, fuori e dentro di sé, in cui incontrare le altre donne e trovare un senso di sé pieno e in pace. Non è il numero che ci interessa, ma il movimento che si genera nelle sue curve, nel suo incrocio e dal  significato simbolico d’infinito.

OTTO debutta ufficialmente con tre date ravvicinate in questo inizio estate. Tre contesti diversi, ambientazioni particolari che ci stimoleranno a vivere questa danza con sfumature diverse. Ci piacerebbe condividerle con voi:

E8DC7C29-B5EA-48EC-BD42-138CC5EF1917

domenica 27 giugno ore 19.00 presso ORTO BOTANICO di Via Casnida 19/b a Treviglio. OTTO è ospite della festa di fine anno di SATs. Info e prenotazione: info@scuolateatrotreviglio.it

– lunedì 28 giugno ore 21.15 presso C. AR. M. E. a Brescia. Siamo tra i vincitori del bando BETWEEN US Cantiere delle Arti.

– sabato 10 luglio ore 21.00 presso Cascina Pelesa a Treviglio. Siamo ospiti della rassegna ESTATE PELESA.

97BDC3F4-00F6-481D-A266-121B5687B166

OTTO
Con: Sofia Castelli, Xhoi Llalla, Flora Pulici,
Gaia Alessandra Sensalari, Claudia Tura.
Costumi: Ilaria Rivaroli.
Disegno luci: Stefano Ulivieri.
illustrazione: Alessia Gusmini.
Ideazione e coreografia: Melissa Valtulini.
Produzione Associazione Culturale Libra

 

 

 

TEATRO CHE AMO ANCORA

Caro Teatro, cara Danza …  vi amiamo ancora.

Forse qualcuno sperava in un addio tra di noi. Un bel divorzio e un funerale. E invece, noi siamo ancora qui. 09634F24-4874-4F6B-B79C-7954A7FB02A2

Non che prima fosse facile, ora non saprei bene come definire lo stato attuale della nostra relazione.  In realtà il problema non siete voi, e nemmeno noi che vi amiamo.  Non apriamo però il capitolo dei problemi, non oggi. Possiamo testimoniare il nostro resistere ed esserci ancora, anche se a volte pare proprio che non freghi niente a nessuno di noi, e nemmeno di voi due. 03EAA26B-0848-41C8-87AF-764560ABE128
Ad ogni modo ci è concessa la grazia, da nuovi santi, tra nuovi credi, di posare i nostri piedi su un palco ed avere persone in carne, ossa e spirito davanti a noi.
E noi ci siamo! Pronte! Poco tempo, qualche ostacolo, ma noi ci siamo.  Noi esistiamo.9B3A6D58-65CA-4B50-8589-F9A548210FB6

 

Ed è con CUORE CHE AMI ANCORA che ritorniamo sulla scena dopo  questo tempo brutto e in questo tempo strano, perché questo racconto di danza e parole parla di speranza e fiducia nella vita, di capacità di amare ancora, nonostante tutto, anzi insieme al tutto, e per sempre.
256F06D5-DB18-4E0B-9BEF-AB3BC2D17DFB

Vi aspettiamo sabato 22 maggio ore 21.00 al Teatro Filodrammatici di Treviglio. Lo spettacolo sarà trasmesso contemporaneamente anche in streaming. Tutte le info sul sito www.teatrofilodrammaticitreviglio.it

CUORE CHE AMI ANCORA ha debuttato ad inizio 2019. Menzione speciale TiC – Teatro in Città di Pavia.
Ora torna in scena con una nuova versione. 
098758C8-31ED-446C-B4E4-5D7649879F9C

Di e con Sofia Castelli, Flora Pulici, Xhoi Lalla, Claudia Tura, Melissa Valtulini.
Costumi: Ilaria Rivaroli.
Disegno luci: Marcello Zagaria
Regia e coreografia: Melissa Valtulini

Ringraziamo con il cuore Annachiara Facheris, Giorgia Conti, Adele Pozzi ed Ester Castelli, membri del cast originario che hanno contribuito con la loro presenza e danza alla costruzione dello spettacolo.

 

 

 

 

 

Muoviamoci!

Mantenersi sereni e positivi.

Aver fiducia nelle istituzioni, nelle persone, nel futuro.

Riuscire a dire qualcosa che abbia un senso.

Credo siano queste le cose che ho trovato più difficili in questi ultimi tempi. Ed anche per questo sono rimasta spesso in silenzio, e a causa mia anche Libra.

Con Libra mi occupo di Teatro Danza. Con la nostra piccola compagnia cerchiamo di portare la danza in teatro, nella nostra comunità e forse anche altrove.

Individualmente mi occupo di corpo in movimento e in relazione. Studio, osservo, pratico, cerco di aiutare le persone a stare bene, con il pilates e la psicomotricità.

Tutto quello in cui credo dal 24 febbraio 2020 viene considerato superfluo, inutile, sacrificabile. Bisogna però dirlo che non è una novità, ma diciamo che adesso vi è una certa ufficialità.

Dal 2021 non mi aspetto niente.

Sono sicura che tante persone come me, che hanno scelto con consapevolezza, desiderio e umiltà, di non distinguere tra lavoro e vita il proprio percorso su questa terra, in una ricerca continua in cui il corpo e il movimento sono centrali, che si tratti di arte, educazione, cura e benessere, continueranno a farlo.

Mi auguro, ci auguro, di non lasciare nulla d’intentato, di continuare a credere e a provare. Non per tutti, non per i bandi e le giurie, non per un politico che non merita di essere nominato, non per il numero di follower e like, ma solo per i pochi che ci credono e ovviamente per noi stessi.

Con una postilla a cui tengo molto: nessuna tecnologia, nessuna esperienza digitale, nessuna relazione attraverso uno schermo, nessun social media, potranno mai sostituire il corpo in presenza e la relazione con l’altro dal vivo. Mai. Non cediamo a questa trappola. Questo invece lo dobbiamo fare per tutti.

Muoviamoci!
01/01/2021

Melissa Valtulini

Libra

DSC_2482